Fabio Fazio e Ludovico Peregrini (RAI).
  • TV
  • martedì 19 Aprile 2016

Come sarà il nuovo “Rischiatutto”

Una nuova edizione dello storico quiz degli anni Settanta andrà in onda giovedì e venerdì su Rai 1, condotta da Fabio Fazio

Fabio Fazio e Ludovico Peregrini (RAI).

Giovedì 21 e venerdì 22 aprile Rai Uno trasmetterà in prima serata una nuova edizione del Rischiatutto, leggendario quiz televisivo che fu condotto da Mike Bongiorno tra il 1970 e il 1974. A condurre la nuova edizione sarà Fabio Fazio, che di Bongiorno fu amico (e anche imitatore, tra i più famosi). Insieme a Fazio ci sarà Matilde Gioli, attrice 26enne famosa soprattutto per il suo ruolo da protagonista nel Capitale umano, film di Paolo Virzì del 2013, e che prenderà il ruolo che fu di Sabina Ciuffini, storica co-conduttrice (o “valletta”, come venivano chiamate una volta) del Rischiatutto. Nella seconda serata della trasmissione, quella di venerdì 22, ci sarà anche Rosario Fiorello, che ha annunciato la sua partecipazione su Twitter.

Le due puntate avranno strutture diverse. La prima, giovedì, sarà una specie di “celebrazione” del vecchio Rischiatutto: ci saranno tre squadre, due composte da personaggi dello spettacolo italiani e un’altra da ex campioni del programma (al Rischiatutto ogni concorrente doveva presentarsi con un argomento in cui era particolarmente esperto). Tra i membri delle squadre delle persone famose ci saranno Christian De Sica, Fabrizio Frizzi, Lorella Cuccarini, Vincenzo Salemme, Maria De Filippi e Fabio De Luigi. Nella squadra degli ex campioni invece ci saranno Andrea Fabbricatore, un farmacista di Firenze che vinse nove puntate nel 1971 come esperto in geografia, e vinse una delle cifre più alte della storia del programma, 25 milioni di lire; Giuliana Longari, che era esperta in storia romana e intorno alla quale nacque la falsa ma famosa storia dell’uccello; Maria Luisa Migliari, specializzata in gastronomia, che vinse la finalissima del 1974. Tra gli ospiti della prima puntata ci saranno anche Nino Frassica e Alberto Tomba. Come Fiorello venerdì, Tomba avrà giovedì sera il ruolo di “materia umana”: i concorrenti dovranno rispondere, tra le altre cose, a una serie di domande sulla sua vita.

La seconda puntata invece sarà una versione rinnovata del Rischiatutto, alla quale parteciperanno dei veri concorrenti. Chi voleva partecipare ha dovuto mandare un video di presentazione (ne sono stati spediti 1.600); poi la produzione del programma ne ha scelti 400 e sono stati fatti dei provini. Oltre alle domande di cultura generale, alcuni esperti hanno aiutato a interrogare gli aspiranti concorrenti sulle domande delle materie che hanno scelto: tra questi c’erano Corrado Augias, Aldo Cazzullo, Massimo Giannini, Paolo Mieli, Vito Mancuso, Pupi Avati, Gigi Marzullo e Francesco Piccolo. Alla fine sono stati scelti tre concorrenti: Guido Ennio Molinari, esperto di musica sinfonica, Stefano Orofino, specializzato in storia della Juventus, e Roberta Grandi esperta della vita di Marilyn Monroe. La modalità delle domande sarà simile a quella dell’originale: ci saranno domande preliminari di cultura generale, poi la parte del cosiddetto “tabellone elettronico”, nella quale i concorrenti sono chiusi nelle famose cabine e rispondono a domande scegliendo l’argomento, e l’ultima parte, quella del “raddoppio”, in cui i concorrenti rispondono a domande sulla propria materia. Fazio ha detto che le scenografie sono state ricostruite in modo da essere fedeli a quelle originali.

Tra gli autori del nuovo Rischiatutto c’è Ludovico Peregrini, che fu già autore del Rischiatutto originale e che fu soprannominato “Signor No” per la sua inflessibilità. Ha spiegato Fazio: «Faremo Rischiatutto con uno che lo guardava (io), uno che lo faceva, Ludovico Peregrini, il signor No, e chi non era nato, i miei autori trentenni. Partendo da questi presupposti si può ricostruire la magia, dal punto di vista di chi ha inventato il quiz, di chi l’ha mitizzato e di quelli che non c’erano ma ne hanno sentito parlare».