(Lucasfilm, Future-Image/ZUMA Wire)

È morto Erik Bauersfeld, la voce dell’ammiraglio Ackbar di Star Wars

Cioè quello che disse la famosissima battuta “It's a trap!”, diventata anche un meme: aveva 93 anni

(Lucasfilm, Future-Image/ZUMA Wire)

Erik Bauersfeld, attore di radiodrammi e doppiatore famoso per aver doppiato il personaggio dell’ammiraglio Ackbar in Star Wars, è morto domenica 3 aprile nella sua casa di Berkley, in California: aveva 93 anni. Ha dato la notizia il suo manager, Derek Maki, che in un comunicato ha spiegato che la morte di Bauersfeld è avvenuta per “cause naturali”. Bauersfeld era nato il 28 giugno 1922 a Brooklyn.

Il personaggio dell’ammiraglio Ackbar comparve per la prima volta nel terzo capitolo della saga originale di Star Wars, Il ritorno dello jedi, uscito nel 1983: era un alieno dalle sembianze di una specie di grosso anfibio – della razza dei Mon Calamari, a voler essere precisi – ed era un comandante dell’Alleanza Ribelle (cioè i buoni, che combattono contro l’Impero Galattico di Darth Vader). Bauersfeld dava solo la voce ad Ackbar: l’attore nel costume era invece Timothy M. Rose. Nonostante avesse un ruolo piuttosto marginale nel film, il personaggio dell’ammiraglio Ackbar fu uno dei personaggi secondari più apprezzati della saga, e diventò famosissimo per la battuta “It’s a trap!” (È una trappola!) che dice durante la battaglia sulla luna boscosa di Endor, verso la fine del film. La battuta divenne anche un popolare meme online.

Prima di recitare in Star Wars, Bauersfeld aveva lavorato soprattutto come attore per la radio, e venne scelto per l’ammiraglio Ackbar perché all’inizio degli anni Ottanta stava lavorando a un progetto radiofonico per Lucasfilm, la casa di produzione del creatore di Star Wars, George Lucas. In un’intervista del 2011 Bauersfeld aveva detto: «I fan che mi scrivono dicono che non dimenticheranno mai “È una trappola!”, io non mi ricordo neanche come l’avevo detto». Aveva anche raccontato di non avere mai rivisto Il ritorno dello jedi e di non avere ancora visto il primo Star Wars, Una nuova speranza: «Non è che non mi piaccia o che non lo rispetti. Solo che non ho tempo di esserne un fan e di rivederlo 10 o 20 volte».

Bauersfeld non ricevette istruzioni particolari da Lucas sulla voce da dare ad Ackbar, ma ha spiegato di avere guardato il costume e di aver capito subito che timbro dovesse avere. Bauersfeld ha doppiato l’ammiraglio Ackbar anche nell’ultimo capitolo di Star Wars, Il risveglio della forza, uscito nel 2015, e nel Ritorno dello jedi aveva anche doppiato Bib Fortuna, una specie di assistente di Jabba the Hutt, il cattivo che sembra un grosso vermone. Negli ultimi anni Bauersfeld aveva lavorato per il film Crimson Peak di Guillermo del Toro e AI – Intelligenza artificiale di Steven Spielberg.