(Pascal Le Segretain/Getty Images)

Chi è Maître Gims

Breve storia del cantante francese di origini congolesi che sarà fra gli ospiti della prima serata di Sanremo

(Pascal Le Segretain/Getty Images)

Fra gli ospiti del Festival di Sanremo stasera ci sarà il cantante francese Maître Gims, diventato molto famoso in Italia e in tutto il mondo la scorsa estate con la canzone Est ce que tu m’aimes. La serata di oggi è la prima del Festival di quest’anno, che terminerà il 13 febbraio: gli altri ospiti saranno il musicista inglese Elton John, la cantante italiana Laura Pausini, il trio di comici Aldo, Giovanni e Giacomo e l’atleta italiano 99enne Giuseppe Ottaviani.

Maître Gims, che letteralmente significa “Maestro Gims”, è il nome d’arte di Gandhi Djuna, nato a Kinshasa, nella Repubblica Democratica del Congo, nel 1986 (ha 29 anni). Suo padre ha cantato nel complesso Viva La Musica diretto dall’importante musicista congolese Papa Wemba e due dei suoi fratelli sono rapper con una discreta popolarità in Francia. I genitori di Maître Gims si sono trasferiti in Francia quando lui aveva due anni, erano però immigrati senza documenti e Maître Gims è stato dato in affido ad altre famiglie fino ai suoi 18 anni. Maître Gims ha vissuto sempre a Parigi e ha scelto il nome d’arte di Gims quando ha iniziato a fare rap alle scuole superiori aggiungendo solo successivamente il “Maître” al suo nome d’arte. Dal 2002 è un membro del gruppo hip-hop parigino Sexion d’Assault con cui è diventato famoso in Francia prima di cominciare la sua carriera da solista.

Nel 2013 Maître Gims ha pubblicato il primo disco da solista Subliminal con cui ha avuto buon successo internazionale e vendendo in tutto più di un milione di copie. Nel 2015 con il singolo Est-ce que tu m’aimes? (“Mi ami?”, in italiano) – contenuto nel suo secondo album da solita Mon cœur avait raison (“Aveva ragione il mio cuore”) – è diventato molto famoso anche in Italia. Ha collaborato, tra gli altri, anche con il rapper statunitense Pitbull e con il musicista belga Stromae.

Nato da genitori cristiani, nel 2004 Maître Gims si è convertito all’Islam: è sposato e ha quattro figli. Nel 2013 ha creato una sua linea d’abbigliamento, la Vortex, e ha anche una casa discografica, chiamata MMC.