• Mondo
  • sabato 23 gennaio 2016

La tempesta di neve negli Stati Uniti

Sta interessando la costa orientale con più di mezzo metro di neve e venti fino a 80 chilometri all'ora: ci sono già stati otto morti per incidenti stradali legati al maltempo

(MLADEN ANTONOV/AFP/Getty Images)

Una grave tempesta di neve interessa da venerdì la costa orientale degli Stati Uniti: molta neve è già caduta su diverse grandi città come New York e Washington, e si prevede che continuerà per tutto il fine settimana. La tempesta di neve di questi giorni sta causando diversi disagi: a circa 50 milioni di persone in dodici stati diversi è stato consigliato di rimanere in casa, mentre più di settemila voli aerei sono stati cancellati. La tempesta dovrebbe portare una media di 60 centimetri di neve. I venti raggiungeranno gli ottanta chilometri all’ora. In questi giorni otto persone sono morte in incidenti automobilistici legati al maltempo.

Centinaia di supermercati sono stati svuotati nel corso della settimana, perché molte persone hanno preferito accumulare scorte di cibo e altri beni prima dell’inizio della nevicata. Il sistema del trasporto pubblico di Washington chiuderà durante il fine settimana, mentre in North Carolina circa centomila abitazioni sono rimaste senza corrente elettrica. Il New York Times sta aggiornando in tempo reale una pagina che segnala quanta neve è caduta in ciascuna delle zone interessate.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.