• Cultura
  • giovedì 24 Settembre 2015

Ultime notizie da Harry Potter

JK Rowling ha raccontato la genealogia della famiglia di Harry Potter per lanciare la nuova versione di "Pottermore", il sito dedicato alla saga

Il 22 settembre è andata online una nuova versione di Pottermore, il sito internet dove JK Rowling – scrittrice britannica e autrice dei romanzi con protagonista Harry Potter – racconta e arricchisce le cose che riguardano la saga.

La vecchia versione del sito, a cui ci si doveva registrare, aveva una parte interattiva e ricordava anche i giochi di ruolo: i lettori entravano virtualmente nella scuola di magia di Hogwarts, dove potevano partecipare a duelli, guadagnare punti per la casa di appartenenza, seguire lezioni di magia, oltre a leggere le nuove storie pubblicate – raramente – da Rowling. Il nuovo sito ha invece perso la parte interattiva ed è più incentrato su notizie, storie dei personaggi secondari, piccoli spin-off della trama principale, ed elenchi di curiosità scritti da Rowling e altri autori.

Finora la nuova versione non è stata particolarmente apprezzata dai fan (qui invece un po’ di reazioni entusiaste): è meno divertente e ricorda meccanismi diffusi nel giornalismo online, come le ormai famose liste fatte proprie dal sito BuzzFeed, che puntano soprattutto su rendere virali i contenuti. Gli aspetti interattivi più popolari verranno comunque mantenuti: il test per assegnare la casata, quello per conoscere la forma del proprio Patronus, e l’incantesimo che scaccia i Dissennatori.

Il lancio del nuovo Pottermore è stato accompagnato dal racconto – scritto da Rowling – delle origini della famiglia Potter. La famiglia venne fondata da Linfred di Stinchcombe, un mago del dodicesimo secolo che prese il cognome Potter dal soprannome “Potterer” (in italiano vuol dire “vasaio”). Descritto come un tipo “eccentrico e adorabile”, Linfred lavorava nel mondo dei babbani – cioè dei non maghi, il nostro mondo insomma – come medico, tanto che gli storici della magia attribuiscono a lui l’invenzione di molte pozioni come la Skele-gro (che fa ricrescere le ossa) e quella della peperina (che cura il raffreddore). Linfred guadagnò molto con il suo lavoro e lasciò a ognuno dei suoi sette figli un forziere pieno di galeoni d’oro.

Il figlio maggiore Hardwin sposò Iolanthe Peverell, una strega di Godric’s Hollow e unica nipote di Ignotus Peverell, da cui ereditò il Mantello dell’invisibilità, uno dei “tre doni della morte”. Da allora venne regalato segretamente ai primogeniti della famiglia Potter, fino a Harry.

Rowling scrive che ogni generazione di Potter si è distinta per “il duro lavoro, ma anche per una certa ingegnosità”, e rivela che due membri della famiglia presiedettero il “Wizengamot”, la corte suprema del mondo dei maghi. Uno dei due giudici fu Henry Potter, il cui figlio, Fleamont Potter, quadruplicò l’oro di famiglia inventando la Sleekeazy’s Hair Potion, una pozione per pettinare i capelli in seguito utilizzata anche da Hermione. Fleamont vendette l’azienda e andò in pensione; quando lui e la moglie Euphemia si rassegnarono a non avere figli, lei rimase incinta di un maschio, che chiamarono James: il padre di Harry. Fleamont e Euphemia fecero in tempo ad assistere al matrimonio di James con una babbana, Lily Evans, ma non alla nascita del nipote Harry.

Nella nuova versione di Pottermore, oltre ai mini-racconti inediti, c’è una sezione news dedicata a tutti i progetti di Rowling che ruotano attorno al mondo di Harry Potter, come la trasposizione cinematografica di Fantastic Beasts and Where to Find Them. La sezione “Features” raccoglie invece estratti, foto e frasi tratte dai libri e dai film.