• Cultura
  • Questo articolo ha più di sette anni

Una clip sul nuovo film “Ex Machina”

E il trailer del film sull'intelligenza artificiale, che sarà nei cinema dal prossimo 30 luglio

Il prossimo 30 luglio uscirà al cinema “Ex Machina”, un film scritto e diretto da Alex Garland con Domhnall Gleeson, Alicia VIkander e Oscar Isaac. Racconta la storia di un programmatore di computer che riceve l’opportunità di passare una settimana nella casa di montagna dell’amministratore delegato dell’azienda per cui lavora. Quando però arriva sul posto, scopre che dovrà partecipare a una sorta di esperimento che coinvolge un nuovo tipo di intelligenza artificiale. Universal Pictures, il distributore del film, ha offerto al Post un contenuto speciale con una serie di interviste ai protagonisti di “Ex Machina”, per farsi un’idea di come è fatto e di quali sono i temi principali di cui si occupa.

La presenza di un’intelligenza artificiale nel film è legata al tema, dibattuto da anni, sulla possibilità di realizzare un computer in grado di mantenere una conversazione naturale con un interlocutore umano, a tal punto che questi non si accorga di avere a che fare con una macchina. Semplificando, questo assunto è alla base del famoso test di Turing, teorizzato dall’esperto di crittografia Alan Turing vissuto nei primi del Novecento: consiste nel misurare la capacità di una macchina di rispondere a una serie di domande in modo naturale come farebbe un essere umano. Semplificando, alla persona che esegue il test non viene detto se stia avendo a che fare con una macchina o con un essere umano; se dopo la prova la persona non riesce a distinguere l’intelligenza artificiale da quella umana, il test viene considerato superato.