• Cultura
  • martedì 11 Novembre 2014

Einaudi ha sbagliato la copertina del libro di John Fante

Sulla copertina delle sue "Lettere" è stata messa per errore la foto di un altro, l'autore inglese Stephen Spender

Questa settimana Einaudi, una delle più importanti case editrici italiane, ha pubblicato nella collana “Stile Libero” una raccolta di lettere dello scrittore americano John Fante, che risalgono al periodo tra il 1932 e il 1981, intitolata Lettere. Martedì 11 novembre però l’account Twitter di Einaudi ha scritto che “si sono sbagliati”, e che l’uomo nella foto scelta per la copertina del libro non è John Fante, ma Stephen Spender, un poeta e critico inglese morto nel 1995.

fante-spender-1-2

John Fante nacque a Denver, in Colorado, nel 1909, e morì a Woodland Hills, in California, nel 1983: il suo romanzo più famoso è Chiedi alla polvere, del 1939, che racconta la storia di Arturo Bandini, un personaggio in parte autobiografico protagonista di diversi libri di Fante, e dei suoi tentativi di diventare uno scrittore di successo nella Los Angeles degli anni Trenta.

Stephen Spender è stato un poeta, saggista e critico inglese, nato a Londra nel 1909 e morto nel 1995. Fu anche, almeno fino agli anni Quaranta, un attivista di sinistra, e aiutò i combattenti repubblicani durante la guerra civile spagnola. Tra le sue opere principali c’è una raccolta di poesie del 1933, intitolata Poems, e l’autobiografia World Within World, del 1951.