• Mondo
  • domenica 2 Novembre 2014

L’esplosione al confine tra Pakistan e India

Vicino all'unico passaggio che collega la città indiana di Amritsar e quella pakistana di Lahore: ci sono almeno 55 morti, potrebbe trattarsi di un attentato

Domenica 2 novembre un’esplosione in territorio pakistano, sul confine tra Pakistan e India, ha provocato la morte di almeno 55 persone, tre delle quali appartenevano alla polizia di confine. Altre decine di persone, scrive BBC, sono rimaste ferite. L’attacco è stato causato da un attentatore suicida ed è stato rivendicato da un comandante dei talebani. L’esplosione è avvenuta vicino al passaggio di confine di Wagah, l’unico via terra che collega la città indiana di Amritsar e quella pakistana di Lahore. La zona è frequentata ogni giorno da decine di persone che assistono a una cerimonia militare compiuta dagli eserciti di entrambi i paesi. Il capo della polizia del Punjab, l’ispettore generale Mushtaq Sukhera, ha detto ad Associated Press che l’esplosione si è verificata fuori da un ristorante vicino al checkpoint di Wagah.