• Cultura
  • mercoledì 22 Ottobre 2014

Piccoli lottatori cubani

Un reportage fotografico di Associated Press sui bambini cubani che vogliono diventare lottatori professionisti e che si allenano in un parco dell'Avana

Il fotografo spagnolo Ramon Espinosa – che dal 2005 collabora con AP e che ha realizzato servizi in diversi paesi del mondo, compreso Haiti durante il terremoto – ha raccontato per immagini la storia di un gruppo di bambini cubani che ha scelto di praticare la lotta greco-romana per diventare come Mijain Lopez, campione cubano, vincitore di due ori olimpici e di cinque campionati del mondo nella lotta greco-romana.

Questi bambini si allenano spesso all’aperto in un parco dell’Avana dato che la loro palestra, la Kid Chocolate Hall (chiamata così in onore del grande campione cubano di boxe) è in ristrutturazione. Il loro allenatore si chiama Michael Guerra, è un ex lottatore e ha anche ottenuto il permesso dal direttore di una palestra vicina di usare i locali due volte la settimana. L’obiettivo è far entrare questi bambini nella “Sports Initiation School”, scuola che può avviarli verso una pratica professionistica di quello stesso sport. Intervistati da AP, due di questi bambini – Brian Rojas, 11 anni, e Yeney Pedroso, 14 anni – hanno spiegato che cosa sperano di ottenere da questo sport: «Vogliamo diventare qualcuno nella vita e viaggiare per il mondo».