• Libri
  • venerdì 23 Maggio 2014

Una donna moderna

«Gli uomini, con cui aveva tutto in comune, non la volevano tra i piedi. Le donne, con cui non aveva niente in comune, sorridevano troppo, ridevano troppo forte, e in generale le ricordavano i cagnolini, la vita persa dietro l’arredamento e il modo di vestire delle altre. Non c’era mai stato posto per una come lei»·

Da Il figlio di Philipp Meyer, pubblicato da Einaudi nel marzo 2014, nella traduzione di Cristiana Mennella.

Philipp Meyer, autore anche di Ruggine Americana, è un romanziere di Baltimora che ora vive ad Austin, in Texas, ed è considerato tra i migliori scrittori americani viventi. Nel 2010 il New Yorker lo ha inserito nella classifica dei migliori scrittori con meno di 40 anni, che compila ogni dieci anni.