• Video
  • lunedì 28 Ottobre 2013

No woman, no drive

In Arabia Saudita per le donne è vietato guidare.
Il divieto è stato introdotto in maniera “informale” durante la guerra del Golfo, nel 1990, e poi è diventato di fatto politica ufficiale del governo. Il Grand Mufti, la più importante e influente figura religiosa sunnita del paese, emanò una fatwa, un editto religioso, per vietare la guida alle donne: guidare avrebbe esposto le donne “a tentazioni” e avrebbe portato al “caos sociale”.
Lo scorso fine settimana molte donne dell’Arabia Saudita riunite nell’associazione “Women2Drive” hanno sfidato il divieto, mettendosi alla guida.

In sostegno alla protesta, il comico saudita Hisham Fageeh ha diffuso una sua versione di No woman, no cry, trasformata in No woman, no drive (“no, donna, non guidare”), che ironizza sul divieto, e sulle argomentazioni ridicole di chi impone il divieto (chi in Arabia Saudita è favorevole al mantenimento del divieto, ad esempio, sostiene che la guida danneggia le ovaie delle donne).