Le prime pagine di oggi

La telefonata di Berlusconi fa arrabbiare Napolitano, il PDL è sempre diviso sulla crisi, e la strage di migranti in Sicilia

Quasi tutti i giornali di oggi aprono sulla situazione politica, concentrandosi su due avvenimenti, entrambi con protagonista Silvio Berlusconi: il suo intervento all’assemblea dei parlamentari del PDL, nel quale Berlusconi ha chiesto che il governo approvi le norme per evitare l’aumento dell’IVA e l’IMU e poi si torni a votare ma non ha placato il dissenso nel partito rispetto alle sue scelte, e la registrazione trasmessa ieri sera a Piazza Pulita di una sua telefonata durante la quale accusa il Presidente della Repubblica Napolitano di essere intervenuto per condizionare la sentenza della Cassazione sul lodo Mondadori, provocando la dura reazione del Quirinale. Hanno invece un’apertura diversa Repubblica, che titola sull’incontro in Vaticano fra Papa Francesco e Eugenio Scalfari, e il Manifesto, che si occupa della strage di migranti su una spiaggia del ragusano.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.