Le prime pagine di oggi

La BCE si preoccupa per i conti italiani, Riva chiude gli impianti, e il primo voto su Berlusconi fissato a mercoledì

Quasi tutti i giornali di oggi dedicano l’apertura all’allarme sul deficit dell’Italia da parte della Banca Centrale Europea, preoccupata per l’andamento della spesa pubblica e per la copertura dell’abolizione dell’IMU e dell’aumento dell’IVA. L’Unità, il Secolo XIX, il Tempo e la Padania si occupano della decisione della famiglia Riva di chiudere gli stabilimenti di lavorazione dell’acciaio in Italia dopo il sequestro dei beni della famiglia deciso dalla magistratura di Taranto, il Giornale titola sul futuro politico di Berlusconi in attesa del primo voto al Senato sulla sua decadenza, previsto per mercoledì, l’Osservatore Romano segue la crisi siriana, con l’accettazione di Assad del piano russo per la consegna delle armi chimiche, e il Fatto critica la decisione del Presidente della Repubblica Napolitano di nominare Giuliano Amato alla corte costituzionale.

Una newsletter sul dannato futuro dei giornali