Spiagge inquinate bellissime

Quella di Buxton, in Inghilterra, dove l'acqua è stata colorata per evitare che qualcuno ci facesse il bagno, e una simile in Toscana

Lunedì 22 luglio la rivista online statunitense Slate ha raccontato la storia di un piccolo lago nei pressi di Buxton, una cittadina inglese 40 chilometri a sud di Manchester, la cui acqua il mese scorso è stata colorata artificialmente di nero per scoraggiare chiunque avesse voglia di immergersi: il suo bel colore azzurro chiaro, che invogliava molte persone a nuotarci dentro, era infatti dovuto all’altissima concentrazione di ossido di calcio, una sostanza che viene utilizzata nel processo di estrazione di minerali da una azienda poco distante, la quale successivamente scarica l’ossido e altri materiali di scarto nel lago.

Come si presentava il lago fino a qualche mese fa (le immagini sono del 2011):

Come è diventato il lago dopo che è stato versato il colorante (a partire dal minuto 11 circa):

Questa storia in Italia ricorderà a molti una situazione simile a Rosignano Solvay, un piccolo comune in provincia di Livorno. Nei pressi della cittadina è presente un grosso stabilimento di Solvay, un’azienda belga che produce materiali chimici e farmaceutici (come la soda o il bicarbonato), che nel 1912 dopo aver avviato lo stabilimento ci costruì attorno il paese, bonificando i terreni e costruendoci dei complessi residenziali dove vennero ad abitare gli operai e gli impiegati assunti dall’azienda. Solvay ha sempre scaricato in mare gli scarti chimici risultati dalla produzione di soda, dando al tratto di costa vicino allo stabilimento una colorazione da “spiaggia tropicale”: sabbia fine e bianchissima, e colore del mare azzurro chiaro.

Ernest Solvay, un chimico belga che fondò l’azienda nel 1863, scelse di produrre soda a Rosignano a causa della presenza di alcune materie prime coinvolte nel suo ciclo di lavorazione, fra cui l’acqua marina, il calcare e il sale. In zona esisteva già un gruppo di case verso l’entroterra, che più tardi fu chiamato Rosignano Marittimo per distinguerlo dal nuovo paese, al quale venne associato il nome dell’azienda belga.

1 2 Pagina successiva »