Le prime pagine di oggi

La mancata elezione di Prodi, le dimissioni di Pier Luigi Bersani e Rosy Bindi si dimettono e la caccia al secondo sospettato di Boston

La notizia di apertura di tutti i giornali di oggi è la mancata elezione di Romano Prodi alla presidenza della Repubblica: Pier Luigi Bersani si è dimesso dalla segreteria del Partito Democratico e lo stesso ha fatto il presidente, Rosy Bindi. Il Giornale e Libero sottolineano la sconfitta di Prodi (che ha ottenuto molti meno voti di quanto ci si aspettasse) e quella di tutto il centrosinistra, che non è stato in grado di trovare un nome condiviso al proprio interno. E quindi oggi si ricomincia da capo, come titola il Manifesto che continua a sostenere la candidatura di Stefano Rodotà, anche se alcuni giornali anticipano che nella votazione di questa mattina potrebbero prevalere le schede bianche. Le altre notizie sulle prime pagine sono soprattutto riferite alla caccia di uno dei due sospettati responsabili dell’esplosione delle bombe di Boston, il fratello, di origini cecene, del ragazzo ferito ieri a morte dalla polizia.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.