Le prime pagine di oggi

Spread che risale e auguri amari, ma ci sono anche un'intervista a Giorgio Napolitano e la deriva pucciosa del Giornale

La maggior parte delle prime pagine di oggi apre con lo spread che risale sopra quota 500 punti. Repubblica parla di “paura”, Libero usa il solito giochetto per dare la colpa a Monti (non si sono registrati titoli “bravo Monti” nei giorni in cui lo spread era stabile a quota 400, per la cronaca). Il Corriere della Sera pubblica un’intervista a Giorgio Napolitano e molte testate hanno delle prime pagine natalizie, con auguri un po’ “amari” (e di scarsa originalità, diciamo): il Manifesto ha Mario Monti che in una vignetta taglia un albero di Natale, Liberazione ha un Babbo Natale sotto sequestro. La Stampa ha una prima pagina speciale. Le foto di oggi sono per l’attentato in Siria, a parte il Giornale che punta sull’orsetto polare: e fa un po’ effetto, visto che in quel box siamo abituati a vedere cose ben più turpi.

Una newsletter sul dannato futuro dei giornali