• blog
  • lunedì 11 Aprile 2011

Il Post a Perugia

Un anno dopo, e le cose sono cambiate parecchio

Un anno fa il direttore del Post andò al festival del giornalismo di Perugia invitato a un dibattito con ancora i pezzetti di HTML attaccati alle maniche: il Post era appena andato online, il 19 aprile del 2010, e quella fu l’occasione per cominciare a parlarne e condividere la novità con chi c’era.

Quest’anno tutta la redazione del Post si trasferisce a Perugia giovedì (il festival inizia martedì) per partecipare a una celebrazione dell’anno che è passato – sabato alle 18,30, in anticipo di tre giorni sul compleanno – e stare dentro al festival esattamente come in quest’anno è entrata dentro al giornalismo italiano. Ci vediamo lì volentieri con chiunque venga.

Nel frattempo il direttore partecipa anche ad altri due incontri.

Factchecking, il giornalismo che si ferma ai fatti (17.30 venerdi 15 aprile)
Politifact con il suo pignolo lavoro sui fatti durante la campagna elettorale statunitense del 2008 s’è portato a casa un Pulitzer. Der Spiegel ha un reparto di factchecking che impiega 70 persone. Ma in tutto il mondo sono sempre più numerose le imprese giornalistiche, soprattutto in rete, che scansano le urla dell’informazione gridata per lavorare di fino sui dettagli e sulla ricerca della verità attraverso i fatti. Laddove il giornalismo d’opinione costruisce, il factchecking decostruisce, va alla radice, cerca le prove e insidia le mura non sempre solide della retorica, soprattutto in campo politico. Così, da funzione editoriale di rifinitura, spesso confusa con la correzione di bozze, oggi il factchecking si propone come una specializzazione nobile adatta a tempi difficili.

Bill Adair fondatore e direttore di PolitiFact
Hauke Janssen Der Spiegel
Sergio Maistrello giornalista esperto di new media
Luca Sofri fondatore ilpost.it

Pure player (Sabato 16 aprile, Hotel Brufani ore 15.30)
Nascono sul web e vivono di rete: Slate, AgoraVox, IlPost e Lettera43. I direttori dei maggiori siti web d’informazione Europei e USA raccontano come si fa notizia ai tempi della rete.

Paolo Madron fondatore Lettera43
Francesco Piccinini direttore AgoraVox Italia
Carlo Revelli fondatore AgoraVox
Luca Sofri fondatore ilpost.it
Jacob Weisberg direttore Slate Group