Maroni: pregiudizi dalla sinistra, dalla Chiesa e dall’associazionismo

In una intervista pubblicata oggi sul Corriere della Sera, il ministro dell’interno Roberto Maroni spiega perché i toni usati dalla Chiesa e dall’Unione Europea contro i provvedimenti di espulsione dei Rom voluti in Francia da Sarkozy sono meno duri rispetto a quelli utilizzati tempo fa per il governo italiano:

È un vecchio pregiudizio duro a morire in certi ambienti della sinistra, della Chiesa e dell’associazionismo. Se una cosa la fa Zapatero va bene, se la fa Sarkozy insomma, se la fa il governo Berlusconi con un ministro leghista bisogna dargli addosso perché sicuramente viola i diritti umani».

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.