• blog
  • martedì 13 Luglio 2010

L’ufficio iraniano nell’ambasciata pakistana?

Nel leggere la notizia della ricomparsa dello scienziato iraniano negli Stati Uniti, ci siamo chiesti cosa fosse “la sezione iraniana nell’ambasciata pachistana” in cui Amiri si sarebbe rifugiato. La risposta ha a che fare col fatto che negli Stati Uniti non c’è un’ambasciata iraniana. Così come in Iran non c’è un’ambasciata americana. Tutto risale alla famosa “crisi degli ostaggi” del 4 novembre 1979, quando 52 membri dell’ambasciata statunitense a Teheran furono presi in ostaggio durante una delle prime fasi della rivoluzione islamica e sequestrati per oltre un anno. Da allora gli Stati Uniti hanno interrotto i loro rapporti diplomatici con l’Iran. Per questo a Washington esiste solo una sezione iraniana all’interno dell’ambasciata pakistana per le operazioni necessarie, così a Teheran esiste un ufficio americano all’interno dell’ambasciata svizzera.