Oggi coso presenta il nuovo coso

Alla Apple Worldwide Devolopers Conference il CEO della società presenta le novità per i prossimi mesi

Potrebbe essere il turno della nuova generazione dell'iPhone e del browser Safari

Tra poche ore Steve Jobs salirà sul palco della Apple Worldwide Developers Conference (WWDC) al Moscone Center di San Francisco per raccontare a specialisti e appassionati le novità in cantiere per i prossimi mesi. L’appuntamento è guardato con interesse, ma l’effetto sorpresa degli scorsi anni è stato probabilmente rovinato dallo scoop di Gizmodo. La testata ha ottenuto un prototipo del nuovo iPhone molte settimane prima della sua presentazione ufficiale, facendo imbufalire Jobs e i manager della società che hanno deciso di escludere il sito web dalla conferenza di oggi.

Il nuovo modello dello smartphone dovrebbe essere presentato oggi: sembra essere un poco più squadrato e sottile dei suoi predecessori ed è naturalmente più potente. L’iPhone di ultima generazione sarà animato dal nuovo sistema operativo iPhone OS presentato sempre da Steve Jobs nel corso della primavera. Il software sarà anche utilizzato per gli iPad, i tablet in commercio da qualche settimana e venduti già in oltre due milioni di unità.

Rispetto al suo predecessore, il nuovo iPhone OS è in grado di fare molte cose, ma soprattuto di eseguire programmi in multitask. Che vuol dire? Che se stai usando un’applicazione e devi passare a un altro programma temporaneamente quello già aperto non viene chiuso e rimane più facilmente accessibile. La funzionalità era attesa ormai da anni e potrebbe rendere ancor più appetibile l’iPhone.

Dal palco della WWDC, Jobs darà probabilmente qualche informazione in più anche su iAd la nuova piattaforma pubblicitaria studiata proprio per le applicazioni che funzionano sugli iPhone, gli iPad e gli iPod Touch. Il nuovo sistema permetterà di creare annunci pubblicitari all’interno dei programmi per promuovere l’acquisto di altre applicazioni o l’acquisto di beni e servizi. La piattaforma è interamente basata sugli standard HTML5 e, manco a dirlo, fa a meno della tecnologia Flash di Adobe che Apple ha ormai deciso di scaricare.

La WWDC è principalmente orientata al software, dunque le novità potrebbero anche interessare il sistema operativo che anima i Mac e una nuova edizione di Safari. Il browser per navigare online è fermo alla versione 4 dello scorso anno.

Engadget segnala anche uno strano aggeggio che potrebbe saltar fuori da una tasca di Jobs. Si tratta di un trackpad da affiancare alla tastiera per gli iMac e dovrebbe offrire le stesse funzionalità dei trackpad presenti sui portatili come i MacBook Pro: supporto per il multitouch e riconoscimento di alcuni gesti per l’inserimento dei caratteri speciali. Bufala o verità? Tra qualche ora sapremo.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.