• Italia
  • mercoledì 30 agosto 2017

Circola una falsa foto degli stupratori di Rimini

Da ieri circola su Facebook e Twitter una falsa foto che viene descritta da chi la diffonde come l’identikit delle quattro persone che la notte di sabato 26 agosto, sulla spiaggia di Rimini, hanno violentato una ragazza polacca e picchiato il suo fidanzato. Tra i primi a pubblicare la foto, ieri, c’è stata la giornalista Chiara Giannini, che scrive per il Giornale, sulla sua pagina Facebook, dove aveva scritto: «Ed ecco i quattro stupratori di Rimini. Belle faccine. Se li vedete? Per me potreste iniziare a portarli in piazza, davanti agli italiani».

falsa foto stupratori

Il giornale online Riminitoday ha subito fatto notare che la fotografia era stata pubblicata sul suo sito un anno e mezzo fa e ritrae in realtà quattro persone arrestate nel marzo del 2016 per un caso di spaccio. Giannini ha rimosso la foto e pubblicato un video in cui si difende e dove spiega che la foto le era stata passata da una fonte della polizia che lei riteneva affidabile. Non sembra una ricostruzione particolarmente plausibile: la foto pubblicata da Giannini reca impressa la scritta “RIMINITODAY”, come se fosse stata presa direttamente dal sito.

La sera di martedì, nonostante le smentite, lo psicologo e personaggio televisivo Alessandro Meluzzi ha ripreso la fotografia su Twitter.

Poco dopo averla pubblicata, Meluzzi ha riconosciuto che non si trattava della fotografia dei quattro sospettati di stupro, ma non ha ancora cancellato il tweet originale.