call-center-senato

Il Senato ha approvato una proposta di legge per rendere riconoscibili le chiamate promozionali

Prevede l'introduzione di un prefisso uguale per tutti e novità sul "registro delle opposizioni"

call-center-senato

Ieri il Senato ha approvato una proposta di legge che introduce due novità per cercare di contrastare il problema delle chiamate promozionali invasive: la proposta prevede di rendere più riconoscibili i numeri di telefono dei call center e l’aggiornamento del registro per gli utenti che non desiderano più ricevere telefonate a scopo commerciale. La legge deve ancora essere votata dalla Camera, che dovrebbe prenderla in esame a settembre.

Se diventasse legge, i numeri dei call center che fanno telemarketig (cioè quelli che chiamano per fare pubblicità e vendere prodotti o servizi) saranno preceduti da un prefisso uguale per tutti e diventeranno così facilmente riconoscibili. Per quanto riguarda il cosiddetto “registro delle opposizioni”, potranno essere inseriti nell’elenco tutti i numeri, sia fissi che cellulari: finora potevano iscriversi al registro solo i numeri già registrati nell’elenco telefonico.