Il capo della Polizia e il «cretino da identificare»

Lunedì 14 aprile il capo della Polizia, Alessandro Pansa, ha commentato gli scontri e le violenze che si sono verificate sabato 12 aprile durante la manifestazione a Roma contro l’austerità e per il diritto alla casa, in cui sono state fermate sei persone e molte altre sono rimaste ferite, tra manifestanti e agenti. Facendo riferimento a un video in cui si vede un poliziotto in borghese, con il casco di protezione, che calpesta una manifestante già a terra e immobilizzata, Pansa ha detto:

Abbiamo avuto un cretino che dobbiamo identificare e va sanzionato perchè ha preso a calci una ragazza che stava per terra.

Pansa ha poi spiegato che:

Tutti gli altri che hanno lavorato vanno invece applauditi per come hanno operato e agito, con grandissima correttezza e mantenendo l’ordine pubblico, non eccedendo nell’ esercitare la forza nei limiti della correttezza come previsto dalla legge.

Nel tardo pomeriggio di lunedì, l’agente si è presentato in Questura a Roma.

Mostra commenti ( )