(The House, Netflix)

11 nuove cose in streaming a gennaio

Ficarra e Picone, una serie tratta dai gialli di Alessandro Robecchi, il film “Monaco: sull’orlo della guerra” e il nuovo film di George Clooney

(The House, Netflix)

Già da oggi su Netflix è disponibile la serie Incastrati, di-e-con Ficarra e Picone e su Sky e NOW arriverà stasera il film Lasciarsi un giorno a Roma, di-e-con Edoardo Leo. Per restare alle cose italiane, tra un paio di settimane su Amazon Prime Video arriverà la serie tratta dai gialli di Alessandro Robecchi e a fine mese su Sky e NOW la serie Christian, con Edoardo Pesce. Tra le altre novità del mese ci sono il nuovo film di George Clooney, un paio di serie crime ma anche uno strano film d’animazione e, su Netflix, il film thriller Monaco: sull’orlo della guerra.

Incastrati
1 gennaio: Netflix

Una serie in sei episodi scritta, diretta e interpretata da Salvo Ficarra e Valentino Picone, che come succede alle scuole medie sono noti a molti solo con il loro cognome. È la loro serie, un paio di anni dopo il film Il primo Natale, che incassò 15 milioni di euro. Parla di «un omicidio, due amici capitati nel posto sbagliato al momento sbagliato e tanti malintesi che li porteranno in situazioni surreali».

Lasciarsi un giorno a Roma
1 gennaio: Sky e NOW

Il quarto film diretto da Edoardo Leo, che ne è anche protagonista insieme a Marta Nieto, Claudia Gerini e Stefano Fresi. Sky lo presenta con una serie di domande: «Quanto è difficile separarsi dopo un lungo rapporto, dopo dieci anni di convivenza o di matrimonio? Quanto è difficile trovare le parole, i modi? Quanto è complicato voler lasciare un uomo senza farlo soffrire? E se un giorno, in un momento di disperazione e solitudine si scrivesse ad una posta del cuore? Per sfogarsi o per trovare qualcuno che ci suggerisse come fare, come riuscire a separarci senza far soffrire il nostro partner? Ma soprattutto cosa succederebbe se quella lettera anonima arrivasse proprio al nostro compagno?». Ha lo stesso titolo di una canzone di Niccolò Fabi, ma tutto il trailer è accompagnato da “Sempre e per sempre” di Francesco De Gregori.

 

Monaco: sull’orlo della guerra
5 gennaio: Netflix

Un film con Jeremy Irons diretto da Christian Schwochow, regista di alcuni episodi di The Crown. È tratto dal romanzo Monaco, scritto da Robert Harris e pubblicato in Italia da Mondadori. Irons interpreta Neville Chamberlain, primo ministro britannico tra il 1937 e il 1940, che nel 1938 firmò con Francia, Italia e Germania nazista gli accordi di Monaco. Il film è un thriller ambientato proprio in quell’anno e tra i protagonisti ci sono un funzionario pubblico britannico e un diplomatico tedesco, «due vecchi amici in serio pericolo e al centro di una rete di sotterfugi politici».

The Tender Bar
7 gennaio: Amazon Prime Video

Il nuovo film di George Clooney, dopo lo scarsamente apprezzato The Midnight Sky, uscito su Netflix. Parla di un ragazzo cresciuto da uno zio interpretato da Ben Affleck, che «inizia a perseguire coraggiosamente, anche se non sempre con grazia, i suoi sogni romantici e professionali — con un piede costantemente nel bar dello zio», in cui cerca figure paterne. Il nonno del ragazzo è interpretato da Christopher Lloyd, la madre da Lily Rabe, e il film è tratto da Il bar delle grandi speranze, libro autobiografico scritto nel 2005 da J. R. Moehringer.

The House
14 gennaio: Netflix

È un film d’animazione girato in stop motion e racconta tre diverse storie, che hanno tutte in comune la stessa casa. Netflix lo presenta come «un’eccentrica commedia dark», e basta guardare il trailer per capire che è senz’altro bizzarra e surreale e che riesce difficile spiegare in poche parole di cosa parli.

Landscapers – Un crimine quasi perfetto

Una miniserie prodotta da Sky e HBO che parla di «una coppia apparentemente
normale che finisce al centro di una incredibile inchiesta quando due cadaveri vengono scoperti nel giardino dietro una casa a Nottingham». Lui è David Thewlis, lei è Olivia Colman, la storia è ispirata a una storia vera. In una sintesi di decine di recensioni ricevute dalla serie, Rotten Tomatoes ha scritto: «aggiunge uno stile enigmatico a una storia già di per sé incredibile, con risultati diversi, ma con due protagonisti capaci di poggiare l’assurdità su due interpretazioni eccellenti».

Monterossi
17 gennaio: Amazon Prime Video

Una serie italiana diretta da Roan Johnson e tratta dai gialli scritto da Alessandro Robecchi e con protagonista Carlo Monterossi, un autore televisivo che disprezza il suo programma di grande successo, a cui qualcuno col volto coperto una sera citofona a casa e spara. Si salva, ma gli viene una comprensibile curiosità di sapere chi è stato e perché. Monterossi, interpretato da Fabrizio Bentivoglio, diventa insomma un detective per caso, «sempre in bilico tra ironica indolenza e struggimento blues».

As We See It
21 gennaio: Amazon Prime Video

Una serie in otto episodi che, così come molte altre, ha per protagonisti tre coinquilini tra i venti e i trent’anni. Solo che ognuno dei tre coinquilini – Jack, Harrison e Violet – ha qualche disturbo dello spettro autistico, e ha quindi problemi e difficoltà nell’avere relazioni, o anche solo uscire di casa.

Hit Monkey
26 gennaio: Disney+

Per chi non è parecchio pratico di fumetti Marvel, questa serie animata basata su un personaggio che apparve nella sua prima storia a fumetti nel 2010 può sembrare ben strana. Perché ha per protagonisti un macaco giapponese e il fantasma di un assassino. Il macaco, inoltre, «va alla ricerca di vendetta in giro per la malavita di Tokyo e diventa “il famoso killer degli assassini”». Per chi è abbastanza attento e assiduo lettore del Post, di questa serie avevamo già parlato a novembre, ma poi Disney+ aveva deciso di spostarla a gennaio.

The Afterparty
28 gennaio: Apple TV+

Una serie thriller, che però non si prende troppo sul serio, su un gruppo di ex compagni del liceo che si ritrovano per una festa organizzata da uno di loro diventato ricco e famoso. Proprio lui viene ucciso e ognuno di loro è quindi un indiziato.

Christian
28 gennaio: Sky e NOW

Una serie con protagonista Edoardo Pesce, piccolo criminale della periferia romana al quale tutto d’un tratto compaiono le stimmate, con annessa capacità di fare miracoli. Ognuno dei suoi sei episodi è diretto da Stefano Lodovichi.