(Chiara Cascella, fondatrice di Espressoh)

Cos’è questa moda delle sopracciglia all’insù

E quanto funzionano i gel e i saponi che si vendono per fissarle? Ne abbiamo provati quattro per capirlo

di Marta Impedovo
(Chiara Cascella, fondatrice di Espressoh)

Chi fa spesso acquisti di cosmetici online, visita siti dedicati ai trucchi o per qualche altro motivo è stato individuato dall’algoritmo di Google e dei social network come un possibile acquirente di questa categoria di prodotti, ultimamente potrebbe aver notato un proliferare di pubblicità di gel per sopracciglia. Sicuramente è quello che è successo alla redattrice del Post che ha scritto questo articolo e che, pur non avendo mai nutrito particolare interesse per le proprie sopracciglia, si è lentamente fatta convincere dalle pubblicità di Instagram a cambiare la loro forma.

Ha cominciato a pensare che portarle “all’insù” ― proprio come vedeva in giro sempre più spesso ― sarebbe potuto essere un intervento estetico sufficientemente delicato ma abbastanza innovativo da darle un po’ di soddisfazione dopo un anno di generale disinteresse per tutto ciò che riguarda apparenza e bellezza. Per farlo, ha deciso di provare quattro prodotti: tre gel fissanti per sopracciglia e un sapone, tutti con apposito scovolino.

I gel e le pomate fissanti per sopracciglia non sono una novità: da molti anni vengono venduti dalle aziende di cosmetici e comprati da chi vuole avere le sopracciglia in ordine ed evitare che i peli prendano direzioni indipendenti nel corso della giornata. La novità dei gel per sopracciglia usciti in commercio nelle ultime settimane e molto pubblicizzati di recente è che vengono presentati come una soluzione per chi vuole fissare le sopracciglia all’insù, in un modo abbastanza innaturale che ricorda il risultato di una pratica usata spesso sui set di moda, le cosiddette soap brow.

Soap brow e altre mode
Vengono chiamate soap brow, sopracciglia al sapone, perché per farle basta un pettinino da sopracciglia e una saponetta con una componente di glicerina. Il video tutorial più visto tra quelli che mostrano come ottenere questo risultato è quello della makeup artist svedese Linda Hallberg e risale al 2018, ma lei dice che è una cosa che faceva truccando modelle e attrici per lavoro già da molto prima. La moda delle soap brow ha raggiunto il largo pubblico negli ultimi mesi, dopo che molti giovani hanno cominciato a parlarne e mostrare le proprie sopracciglia all’insù su TikTok e Instagram.

Per chi è stupito dal fatto che ci siano delle mode anche sulle sopracciglia, è bene fare un breve ripasso. Negli anni Novanta e nei primi anni Duemila le sopracciglia femminili andavano di moda molto sottili e quindi venivano strappate per la maggior parte, e pettinate tutte allineate verso i margini del viso. Nell’ultimo decennio invece alcune attrici e modelle, tra le quali la più famosa è Cara Delevingne, hanno cominciato a portare le sopracciglia molto folte facendole diventare una tendenza. Per ottenere un risultato pieno e scuro esiste anche la “laminazione delle sopracciglia”, un trattamento alla cheratina che si fa nei centri estetici, e il cui effetto dura circa un mese. In un certo senso quindi la moda delle sopracciglia all’insù degli ultimi tempi nasce come derivazione di quella delle sopracciglia folte. Come se fosse venuto spontaneo chiedersi: ora che ho tutti questi peli, cosa posso farci?

– Leggi anche: Quella volta che abbiamo provato una maschera per i piedi

I test
Due dei gel per sopracciglia testati per scrivere questo articolo sono stati messi in commercio di recente da due giovani aziende italiane, Superfluid ed Espressoh: entrambe vendono una selezione molto ristretta di prodotti e si rivolgono a un pubblico giovane, attento alla sostenibilità e con un gusto per i trucchi poco vistosi, che danno un aspetto naturale e casual, come si dice. Il gel per sopracciglia di Superfluid è uscito circa quattro mesi fa, mentre quello di Espressoh, Hey Broh, è in vendita da poche settimane. Oltre a questi due gel la redattrice ha provato anche un prodotto più “tradizionale”: il fissante per sopracciglia di Maybelline New York, disponibile in versione trasparente ma anche di diverse colorazioni – nel caso della redattrice marrone chiaro. Infine, ha provato un kit con pettinino e sapone alla glicerina, per riprodurre il più fedelmente possibile la procedura del tutorial di Linda Hallberg, e vedere se funziona più, meno o come i gel.

I risultati
I prodotti che funzionano meglio per ottenere lo scopo di fissare le sopracciglia all’insù e tenerle così per qualche ora sono il gel di Espressoh e il kit con sapone alla glicerina.

Il kit con sapone e scovolino è molto elegante da vedere perché sembra un oggetto d’altri tempi: è composto da una scatolina di metallo con coperchio a scorrimento e un pettinino diverso dagli altri perché piegato a L (non comodissimo, a dire la verità). Su Amazon due confezioni con due pettinini costano 8 euro e 50. Bisogna semplicemente bagnare il pettinino con dell’acqua, scrollarlo bene, e poi passarlo un po’ di volte sul sapone contenuto nella scatolina. Non bisogna esagerare con l’acqua se non ci si vuole ritrovare con la schiuma sulle sopracciglia e bisogna avere la pazienza di passare il pettinino un po’ di volte prima di ottenere il fissaggio all’insù. La redattrice addirittura dice che senza bagnarlo con acqua viene meglio e si evita la schiuma. Tra quelle che ha provato è la soluzione che le piace di più perché è quella che fa sembrare le sopracciglia più naturali: il sapone non lascia grumi o aloni, ed è completamente trasparente. Potrebbe non essere la soluzione migliore, invece, per chi ha sopracciglia molto rade e chiare e vorrebbe qualcosa che oltre a fissarle le scurisca un po’.

Il kit con sapone e pettinino e la prima di una serie di foto di sopracciglia che potrebbero sembrare tutte uguali ma fidatevi che nella realtà lo sono un po’ meno (Il Post)

Il gel di Espressoh si può comprare solo sul sito del produttore ed è abbastanza costoso: 22 euro per 9 millilitri di prodotto (la spedizione è gratuita per acquisti dai 37 euro in su, se no costa 3 euro e 90). È un gel vegano a base d’acqua, che quando si usa è molto liquido ma poi si asciuga e fissa le sopracciglia. Oltre a tenere le sopracciglia alzate a lungo, si ottiene un effetto “bagnato” interessante che le scurisce un po’. La cosa da evitare quando lo si usa è lasciare residui di gel tutto attorno al sopracciglio: visto che col pettinino si fa un movimento verso l’alto, infatti, si rischia di creare un alone di gel, anche dove non ci sono peli, che una volta secco si vede e non è bellissimo. La redattrice consiglia, dopo aver usato il pettinino, di passarci delicatamente sopra anche il dito per appiattire eventuali grumi e togliere il gel da dove non serve.

Una confezione di Hey Broh di Espressoh e il risultato ottenuto sulle sopracciglia (Il Post)

Su Amazon il gel colorato di Maybelline New York costa 6 euro e 10 per 2,8 millilitri di prodotto e si trova color biondo, marrone chiaro, marrone scuro, oltre che in versione trasparente. Nel tenere le sopracciglia su funziona un po’ meno degli altri due, ma il colore ha un bell’effetto sulle sopracciglia perché le definisce e rende più visibili anche i peli più radi verso la fine dell’arcata. Il problema è che in generale, per pettinare le sopracciglia all’insù, un gel colorato non è ideale, visto che sconfinando dal tracciato naturale del sopracciglio si rischia di lasciare dei segni colorati sulla pelle che poi è difficile togliere senza far tornare tutti peli nella posizione iniziale. Bisogna fare molta attenzione. Va bene per chi ha sopracciglia rade e chiare che vorrebbe portare all’insù ma soprattutto scurire, e per chi non si preoccupa del fatto che i peli possano sembrare, da vicino e in alcuni punti, visibilmente colorati (come le ciglia col mascara, per intenderci).

Il gel colorato di Maybelline New York e il risultato sulle sopracciglia (Il Post)

Il gel di Superfluid è molto simile a quello di Espressoh ma è più debole e costa più di tutti: 15 euro per 3,5 millilitri di prodotto (quello di Espressoh costa di più ma contiene più gel). Fatte queste considerazioni, è quello meno consigliato.

Il gel di Superfluid e il risultato sulle sopracciglia (Il Post)

In definitiva, la redattrice ha deciso di usare il kit col sapone per pettinare le proprie sopracciglia e il risultato secondo lei è un viso più luminoso e uno sguardo più vispo, come se le sopracciglia diventassero dei raggi attorno agli occhi. Per persone come lei, che si truccano poco o per niente, ma che ultimamente hanno voglia di dedicarsi a qualche piccolo sfizio estetico, è una soluzione molto naturale e soddisfacente. Per chi oltre a pettinare all’insù le sopracciglia vuole anche un po’ scurirle, consiglia anche gli altri due prodotti: Hey Broh di Espressoh e il gel colorato di Maybelline New York. Dice che il passo successivo per lei sarà provare una brow pen, cioè una matita sottilissima per disegnare le sopracciglia e farle sembrare più folte, ma questa è un’altra storia.

– Leggi anche: Come ci si trucca durante una pandemia?

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.