L’attrice Tanya Roberts, di cui l’agente aveva comunicato la morte, in realtà è viva

Ieri sui giornali di tutto il mondo era circolata la notizia, ripresa anche dal Post, che l’attrice statunitense Tanya Roberts, nota soprattutto per aver interpretato il ruolo di “Bond girl” nel film 007 – Bersaglio mobile, accanto a Roger Moore, era morta. La morte era stata annunciata dal suo agente, Mike Pingel, ma oggi l’ospedale di Los Angeles, presso cui Roberts era ricoverata dallo scorso 24 dicembre, ha smentito la notizia.

Secondo quanto ha raccontato Pingel, la confusione è nata dal fatto che domenica scorsa, in ospedale, il marito di Roberts, Lance O’Brien, aveva detto di averle visto chiudere gli occhi e che gli era «sembrato che stesse morendo». Convinto che Roberts fosse morta, O’Brien se ne era andato dall’ospedale.

TMZ, un sito scandalistico che solitamente è molto affidabile per le notizie sulle celebrità statunitensi, ha scritto che Pingel non sa se O’Brien avesse parlato con i medici prima di andare via; Pingel però ha detto di averlo accompagnato a casa dopo che lui gli aveva detto che Roberts «era morta» tra le sue braccia.

Al momento la famiglia sta aspettando nuove notizie sullo stato di salute di Roberts, che però non sembrano buone.

Tanya Roberts in "007 - Bersaglio mobile", nel 1985. (IMDb)