• Mondo
  • lunedì 28 Dicembre 2020

È stato identificato il responsabile dell’esplosione di Nashville del giorno di Natale

Domenica, il procuratore del Middle District del Tennessee Donald Cochran ha detto che è stato identificato l’uomo ritenuto responsabile per l’esplosione di Nashville del giorno di Natale. Cochran ha spiegato che è un uomo di nome Anthony Warner, i cui resti sono stati trovati sul luogo dell’esplosione. Warner è l’unica persona morta nell’esplosione, che ha ferito altre tre persone, distrutto un edificio e danneggiato decine di costruzioni e attività commerciali.

Warner aveva 63 anni, lavorava come informatico nella zona di Nashville ed era il proprietario del camper che è stato fatto esplodere il giorno di Natale. L’FBI aveva citato Warner come possibile sospettato già sabato, quando era stato identificato per la prima volta come il proprietario di un camper simile a quello esploso a Nashville. Warner è stato poi identificato tramite l’analisi del DNA dei resti trovati sul luogo dell’esplosione, di cui secondo l’FBI Warner è stato l’unico responsabile.

Per il momento non ci sono informazioni che possano spiegare come mai Warner abbia deciso di uccidersi e di provocare un’esplosione così violenta e pericolosa. Uno degli edifici maggiormente danneggiati dall’esplosione è stato un centro tecnico della compagnia di telecomunicazioni AT&T, da cui dipendevano le connessioni telefoniche e internet di gran parte dello stato. Una delle ipotesi è che fosse quello l’obiettivo dell’esplosione. Gli investigatori hanno inoltre ricostruito che poco prima dell’esplosione degli altoparlanti montati sul camper avevano cominciato a riprodurre uno strano messaggio che comprendeva un avvertimento dell’imminente esplosione.

(AP Photo/Mark Humphrey)