Un cammino che non porta a Santiago

In Italia esistono molte antiche strade usate un tempo dai pellegrini religiosi, che si sono conservate fino a oggi e adesso si possono percorrere a piedi o in bici. Il cammino più importante e battuto è la Via Francigena, che un tempo era percorsa da Canterbury o dalla Francia (da cui il nome) fino a Roma e poi alla Puglia, dove ci si imbarcava per le Crociate.

Lungo la Francigena, tra Crete Senesi e Valdorcia, il 7 maggio 2020 (ANSA/ FABIO MUZZI)

Scende dal colle del Gran San Bernardo e attraversa l’Italia centrale. In Toscana entra al passo della Cisa e attraversa 38 comuni.

(ANSA/ FABIO MUZZI)

Il tratto toscano è lungo 380 chilometri, che si possono percorrere in circa 15 tappe.

(ANSA/UFFICIO STAMPA)

A segnarne l’inizio, a Pontremoli, c’è un grosso arco di legno con incise le parole “Porta Toscana della Francigena”.

(Toscana Promozione Turistica)

TAG: