Twitter ha annunciato una serie di blocchi e sospensioni per evitare la diffusione della teoria complottista conosciuta come “QAnon”

Twitter ha annunciato una serie di blocchi e sospensioni per evitare la diffusione della teoria complottista conosciuta come “QAnon”, secondo la quale esisterebbe una rete di persone potenti – progressiste e responsabili di abusi su minori – che vorrebbe fare un colpo di stato contro il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

È una teoria nata sul popolare forum 4chan, e che si è diffusa nella alt-right, l’estrema destra americana. Twitter ha detto di aver rimosso oltre 7mila account nelle scorse settimane per aver violato diverse regole del social network, spiegando che non permetterà più la pubblicazione di link che indirizzano a pagine su QAnon e che non segnalerà più nelle tendenze eventuali contenuti legati alla teoria.

Un sostenitore di QAnon a un comizio di Donald Trump. (Rick Loomis/Getty Images)