L’estate più lunga di BellevilleOnline

Tutti i corsi di Belleville da luglio a ottobre (e i consigli di lettura per le vacanze degli insegnanti della scuola)

La Scuola Belleville di Milano organizza corsi online sulla letteratura, la scrittura e la traduzione, in diretta streaming per tutta l’estate su BellevilleOnline. Lezioni frontali o interattive per imparare come si crea un personaggio memorabile, da dove nascono le teorie del complotto, come si diventa traduttori professionisti, come fare l’editing di un racconto (proprio o altrui) e quali percorsi possono seguire oggi aspiranti autori e autrici per giungere a pubblicare il loro primo libro.

Su BellevilleOnline, oltre ai corsi in diretta streaming, si possono acquistare videolezioni di alcuni dei maggiori scrittori e scrittrici, sceneggiatori ed editor italiani, servizi di lettura e valutazione manoscritti, incontri in videochat con editor, laboratori di scrittura in chat sotto la guida di un docente e borse di studio a copertura totale dei costi. I corsi estivi sono spiegati di seguito; più sotto ci sono anche alcuni consigli di lettura per l’estate degli insegnanti di Belleville.

PROVA DI TRADUZIONE
Docenti: Gaja Cenciarelli, Fabio Cremonesi, Gioia Guerzoni, Silvia Pareschi, Marco Rossari
22 luglio – 28 ottobre 2020

Un corso introduttivo in dieci lezioni con cinque dei traduttori più conosciuti in Italia. Ognuno degli insegnanti svilupperà un tema specifico e indicherà alla classe alcune pagine selezionate, che gli iscritti dovranno poi tradurre sotto la guida degli stessi docenti. A ogni allievo sarà anche chiesto di tradurre il racconto “Shooting an elephant” di George Orwell. Gli autori delle due migliori traduzioni avranno la possibilità di fare una prova di traduzione con Racconti Edizioni e Mondadori. Per avere più informazioni, questa è la pagina dedicata a tutti i corsi estivi di Belleville.

SCRITTRICI / Natalia Ginzburg, Alda Merini, Anna Maria Ortese, Elsa Morante
Docente: Benedetta Centovalli
27 luglio – 6 agosto 2020

Il corso ripercorre la vita e le opere di quattro scrittrici del secondo Novecento italiano che hanno vissuto vite singolari e anticipato i grandi temi del nostro presente. Ogni incontro è un ritratto letterario, poetico e biografico che mette a fuoco un diverso approccio nei confronti della scrittura e scardina il pregiudizio secondo cui la letteratura è una questione prevalentemente maschile. Per avere più informazioni, questa è la pagina dedicata a tutti i corsi estivi di Belleville.

CARATTERI FORTI / Laboratorio di lettura e scrittura per creare personaggi memorabili
Docente: Laura Pariani
27 luglio – 9 settembre 2020

I personaggi portano avanti la trama, rendono credibile la storia ed esprimono il punto di vista attraverso cui il mondo appare. Imparare a caratterizzarli è fondamentale per emozionare e fare identificare il lettore. In sei lezioni da un’ora e mezza ciascuna più un’esercitazione, la scrittrice Laura Pariani insegnerà l’arte della caratterizzazione, analizzandone le funzioni sulla base di brani scelti della letteratura mondiale e della discussione in classe degli esercizi degli allievi. Per avere più informazioni, questa è la pagina dedicata a tutti i corsi estivi di Belleville.

ESORDIRE / Come farsi leggere e pubblicare: i consigli di quattro scrittori e scrittrici al loro primo libro
Docenti: Jonathan Bazzi, Livia Franchini, Elvis Malaj, Anna Siccardi
28 luglio – 6 agosto 2020

Esordire è l’ambizione di ogni aspirante scrittore. Ascoltare le esperienze e le storie di chi ci è riuscito è una mappa per orientarsi tra le strade possibili in modo da trovare finalmente la propria. Abbiamo chiesto a quattro dei migliori esordienti di quest’anno di raccontare com’è nato il loro esordio, i percorsi che hanno seguito e le difficoltà che hanno incontrato. Per avere più informazioni, questa è la pagina dedicata a tutti i corsi estivi di Belleville.

COME DIVENTARE COMPLOTTISTI (in sei pratiche lezioni)
Docente: Errico Buonanno
29 luglio – 15 settembre

Errico Buonanno, scrittore, saggista e appassionato di fake-news, autore del libro Sarà vero: Falsi, sospetti e bufale che hanno fatto la storia (Einaudi), ripercorrerà la storia del complottismo, mettendone in evidenza i temi ricorrenti e insegnando agli studenti, volendo, a fabbricare una teoria del complotto pronta all’uso. Oppure, più semplicemente, a riconoscerla e confutarla. Per avere più informazioni, questa è la pagina dedicata a tutti i corsi estivi di Belleville.

PORTA IL TUO RACCONTO / Un laboratorio di editing collettivo sui testi degli allievi
Docente: Martino Ferro
3 agosto – 12 ottobre 2020

Il laboratorio, in dieci lezioni da un’ora e mezza ciascuna, è pensato per gli aspiranti scrittori che abbiano voglia di confrontarsi e acquisire le fondamentali competenze dell’editing. Per conoscersi come scrittori è fondamentale ascoltare gli altri parlare dei nostri testi, capire quali sono i punti di forza e i punti deboli, che cosa si deve difendere e che cosa si può migliorare a livello di ritmo, stile e caratterizzazione. Imparare a riflettere sui testi degli altri, e parlarne in pubblico argomentando le proprie impressioni, è un esercizio utilissimo per imparare a leggere i propri. Per avere più informazioni, questa è la pagina dedicata a tutti i corsi estivi di Belleville.

***

I consigli di lettura degli insegnanti di Belleville
I docenti di Belleville danno i loro consigli su che cosa leggere quest’estate, sotto l’ombrellone o ovunque vi troverete. Trentasette sono libri e due – quelli di Gioia Guerzoni – sono autori. Ne riportiamo alcuni (la lista completa è qui).

Giacomo Papi
Quest’anno indico cinque racconti italiani, da leggere con calma e guardare al microscopio. Forse qualcuno tra chi ha seguito gli incontri gratuiti di BellevilleOnline me ne ha sentito parlare. Mi pare una ragione in più per ribadire il consiglio.

– “La paura”, Federico De Roberto
– “Il ladro dei lumi”, Elsa Morante
– “Un giorno felice”, Curzio Malaparte
– “Il gorgo”, Beppe Fenoglio
– “Postoristoro”, Piervittorio Tondelli

Walter Siti
– Se la strada potesse parlare, James Baldwin
Storia d’amore entusiasmante raccontata con una castità inattesa, e bel quadro dei neri americani.
Come in una tomba, James Purdy
Racconto apparente di un reduce menomato, in realtà romanzo fantastico e tragedia della repressione.

Marcello Fois
– La rivolta, W. S. Reymont
Una scoperta per chi credesse che si inventa qualcosa: l’antesignano di La fattoria degli animali dove a guidare una rivolta contro gli umani è il cane Rex, magari proprio quello dei recenti telefilm polizieschi. Per chi non l’avesse mai sentito nominare, Reymont è il Premio Nobel per la Letteratura 1924 (primo polacco a vincerlo). Davvero sorprendente.
– Questa tempesta, James Ellroy
Un Ellroy classico, fluviale, estremo come ai bei tempi di American Tabloid. Della trama non vi dico assolutamente nulla se non: L.A. anni Quaranta.

Laura Pariani
– L’ultima intervista, Eshkol Nevo
Uno squarcio sulla “vera” vita degli scrittori. Una struttura originale. Un po’ di ironia ebraica che non guasta mai.
 Peter Pan, Loisel
Un fumetto denso che sa intrecciare potentemente la favola dell’inquietante Isola-Che-Non-C’è con la Londra dickensiana, sporca e cattiva (soprattutto nei confronti dei bambini).

Giorgio Fontana
– Underground, Vladimir Makanin
Un capolavoro della letteratura russa contemporanea, il racconto della mezza età di un intellettuale appunto “sotterraneo”, ormai ridotto in povertà, commovente e comico insieme – un grandissimo atto di fede nel romanzo. Al riguardo Andrea Tarabbia ha scritto un breve pezzo che consiglio come antipasto prima di gettarsi in questo splendido libro.

Gaia Manzini
Amatissima, Toni Morrison
Amatissima di Toni Morrison, prima afroamericana a vincere il premio Nobel, racconta il dramma della schiavitù. Pubblicato nel 1987, questo romanzo non smette di parlarci. Non importa che sia ambientato nel 1870, che i suoi protagonisti siano ex schiavi. Quello che importa è che ci sia al centro Sethe, i suoi trent’anni, il suo essere madre e donna: dunque il suo essere niente. Tranne quando decide di togliere la vita ai suoi figli, per sottrarli a un destino di schiavitù e di donare loro la libertà con un atto d’amore sconvolgente e terribile. Con la sua lucida disperazione e il suo rifiuto di un destino precostituito, ancora oggi Sethe parla a tutte le donne di solitudine e discriminazione.
– L’altra figlia, Annie Ernaux
Questo libro è una lettera a qualcuno che non c’è più. La protagonista, l’autrice, da bambina ascolta per caso una conversazione della madre: prima che lei nascesse c’è stata un’altra figlia, morta di malattia. La figlia buona, la figlia ideale. La morte della sorella è l’origine della sua stessa nascita. L’altra figlia è un libro sul potere magico delle parole, capaci di ridare l’esistenza a chi non c’è più. Ma non solo, questo piccolo e intensissimo libro narra di una famiglia e della scoperta enorme di come la nostra esistenza si fondi anche sulle assenze. Chi se ne va diventa imprescindibilmente qualcuno con cui misurarsi.