• Mondo
  • martedì 5 Maggio 2020

In Francia il tampone di un paziente ricoverato a dicembre è risultato positivo al coronavirus

Un gruppo di medici francesi ha rianalizzato i campioni di saliva di 24 persone ricoverate per polmonite tra dicembre e gennaio in due ospedali vicini a Parigi, e ne ha trovato uno positivo al coronavirus (SARS-CoV-2) risalente al 27 dicembre. In precedenza i primi casi accertati di infezione da SARS-CoV-2 in Francia risalivano al 24 gennaio.

Il tampone risultato positivo al virus – in due diversi test – appartiene a un uomo di 43 anni che a fine dicembre era ricoverato all’ospedale Jean-Verdier di Bondy, un paese del dipartimento della Senna-Saint-Denis, a nord di Parigi. L’uomo era stato male per 15 giorni e non aveva viaggiato prima di ammalarsi. Il suo tampone era stato conservato perché i medici non erano riusciti a scoprire quale virus lo avesse infettato. Secondo i medici che hanno rianalizzato il suo tampone, è probabile che l’uomo non sia stato il “paziente zero” della Francia.

Un ragazzo con la mascherina sulla piazza del Trocadero, a Parigi, il 2 maggio 2020 (La Presse/AP Photo/Rafael Yahgobzadeh)