• Mondo
  • giovedì 16 Aprile 2020

382 persone di etnia rohingya sono state salvate dopo quasi due mesi alla deriva al largo delle coste del Bangladesh

382 persone di etnia rohingya sono state salvate dopo quasi due mesi alla deriva su un’imbarcazione al largo delle coste del Bangladesh. La guardia costiera del Bangladesh, che ha individuato e soccorso l’imbarcazione, ha detto che la barca era diretta in Malesia e che non è chiaro se fosse partita dal Bangladesh o dal Myanmar. Durante il viaggio sono morte almeno venti persone, hanno detto le autorità del Bangladesh, e le altre che erano a bordo della barca erano affamate e in condizioni di salute molto precarie. La barca è stata trainata in porto e le persone a bordo sono sbarcate: per ora hanno ricevuto aiuti e assistenza molto limitati per il timore che tra loro ci siano persone con il coronavirus.

I rohingya sono un grande gruppo etnico senza uno stato autonomo, le cui comunità più grandi ora sono tra il Bangladesh e il Myanmar, stato da cui tre anni fa sono stati in gran parte cacciati con la violenza e illegalmente.