(LaPresse/Marco Alpozzi)
  • Cultura
  • mercoledì 22 gennaio 2020

Festival di Sanremo, le cover e i duetti

Quelle che gli artisti in gara canteranno nella terza serata, duettando con altri cantanti non in gara

(LaPresse/Marco Alpozzi)

Nel tardo pomeriggio di ieri l’ufficio stampa della Rai ha comunicato i titoli delle cover che gli artisti in gara al Festival di Sanremo canteranno nel corso della “serata delle cover”, che quest’anno sarà giovedì 6 febbraio, nella terza delle cinque serate del Festival. Oltre a essere una serata di cover, sarà anche una serata di duetti, perché gli artisti in gara potranno farsi accompagnare da ospiti italiani o stranieri. Nelle precedenti edizioni, condotte e dirette da Claudio Baglioni, si era trattato di serate dedicate ai duetti delle canzoni in gara, non alle cover.

Tutti i 24 “Campioni” in concorso al 70° Festival di Sanremo hanno già comunicato la canzone che canteranno (in un caso si tratterà di un medley di più canzoni), ma alcuni di loro ancora devono comunicare chi canterà con loro la cover scelta. In tutti i casi tranne uno si tratta di canzoni che furono presentate e cantate in passato al Festival: l’eccezione è “Non succederà più”, che Claudia Mori cantò da ospite.

Rispetto al passato, ci sarà tra l’altro una differenza: sempre l’ufficio stampa Rai spiega infatti che la serata dedicata alle cover «sarà parte integrante della gara poiché le votazioni ottenute durante la serata determineranno una classifica generale della sezione, e concorreranno anch’esse a stabilire il vincitore finale di Sanremo 2020, insieme ai voti ottenuti nelle altre puntate».

Le cover e i duetti

Anastasio – “Spalle al muro” (di Renato Zero)
Piero Pelù – “Cuore matto” (di Little Tony e Mario Zelinotti)
Elodie con Aeham Ahmad – “Adesso tu” (di Eros Ramazzotti)
Elettra Lamborghini con Myss Keta – “Non succederà più” (di Claudia Mori)
Giordana Angi –”La nevicata del ’56” (di Mia Martini)
Diodato – “24mila baci” (di Adriano Celentano e Little Tony)
Raphael Gualazzi con Simona Molinari – “E se domani” (di Fausto Cigliano e Gene Pitney)
Francesco Gabbani – “L’italiano” (di Toto Cutugno)
Alberto Urso con Ornella Vanoni – “La voce del silenzio” (di Tony Del Monaco e Dionne Warwick)
Marco Masini con Arisa – “Vacanze romane” (dei Matia Bazar)
Enrico Nigiotti con Simone Cristicchi – “Ti regalerò una rosa” (di Simone Cristicchi)
Michele Zarrillo con Fausto Leali – “Deborah” (di Fausto Leali)
Rita Pavone con Amedeo Minghi – “1950” (di Amedeo Minghi)
Tosca con Silvia Perez Cruz – “Piazza grande” (di Lucio Dalla)
Achille Lauro con Annalisa – “Gli uomini non cambiano” (di Mia Martini)
Bugo e Morgan – “Canzone per te” (di Sergio Endrigo e Roberto Carlos)
Irene Grandi con Bobo Rondelli – “La musica è finita” (di Ornella Vanoni e Mario Guarnera)
Le vibrazioni con Canova – “Un’emozione da poco” (di Anna Oxa)
Levante con Francesca Michielin e Maria Antonietta – “Si può dare di più” (di Umberto Tozzi, Enrico Ruggeri e Gianni Morandi)
Junior Cally con i Viito – “Vado al massimo” (di Vasco Rossi)
Paolo Jannacci con Francesco Mandelli – “Se me lo dicevi prima” (di Enzo Jannacci)
Pinguini tattici nucleari – il medley: “Papaveri e papere”, “Nessuno mi può giudicare”, “Gianna”, “Sarà perché ti amo”, “Una musica può fare”, “Salirò”, “Sono solo parole”, “Rolls Royce”
Rancore con Dardust e La rappresentante di lista – “Luce (tramonti a nord est)” (di Elisa)
Riki con Ana Mena – “L’edera” (di Nilla Pizzi e Tonina Torrielli)