• Mondo
  • martedì 14 Gennaio 2020

Sono stati trovati almeno 29 corpi in una fossa comune in Messico

I corpi di almeno 29 persone sono stati trovati in una fossa comune nella periferia di Guadalajara, nel Messico occidentale; la notizia è stata data dalle autorità messicane. La fossa si trova non lontano da altre due in cui l’anno scorso erano stati trovati i corpi di 81 persone. Secondo le autorità sono state uccise dalle bande criminali; per ora sono stati identificati i corpi di quattro persone che erano state denunciate come disperse.

La fossa comune è stata scoperta da membri della guardia nazionale messicana durante la perquisizione di un magazzino vicino a Toluquilla lo scorso 6 novembre. Qui avevano trovato otto persone imprigionate da uomini armati e una gran quantità di armi. Vennero arrestate tre persone, tra cui due minorenni, che fornirono indicazioni che portarono a individuare tre fosse comuni.

Dal primo dicembre 2018 al 31 dicembre del 2019 sono stati ritrovati i corpi di 1.124 persone: alcuni appartenevano a membri di bande criminali uccisi da avversari locali, altri a persone considerate una minaccia o rapite e poi uccise perché le famiglie non avevano pagati il riscatto. A novembre il presidente messicano Andrés Manuel López Obrador aveva aperto un portale web dove segnalare i dispersi; la scorsa settimana la stima ufficiale del numero di persone scomparse dal 2006 a oggi è stata aumentata da 40 mila a 60 mila persone.

Una fossa comune nello stato di Sonora in Messico, gennaio 2019 (Luis Gutierrez/Getty Images)