• Mondo
  • mercoledì 1 Gennaio 2020

Anche oggi l’ambasciata statunitense a Baghdad è stata attaccata dai manifestanti

Anche oggi l’ambasciata statunitense a Baghdad, in Iraq, è stata attaccata dai manifestanti che protestavano contro i raid aerei compiuti dagli Stati Uniti domenica scorsa contro alcune strutture di Kataib Hezbollah, milizie sciite appoggiate dall’Iran, al confine tra Iraq e Siria. Questa volta i manifestanti non sono riusciti ad entrare nel perimetro dell’ambasciata come invece era successo martedì: dopo alcune ore di scontri con le forze di sicurezza si sono ritirati. Il presidente statunitense Donald Trump ha accusato l’Iran di aver organizzato gli attacchi contro l’ambasciata, minacciando ritorsioni.

(AP Photo/Khalid Mohammed)
TAG: