• Mondo
  • lunedì 18 novembre 2019

Sei persone, quattro militari e due civili, sono morte in seguito a una valanga sul ghiacciaio Siachen, nel Kashmir

Sei persone – quattro militari e due civili – sono morte in seguito a una valanga sul ghiacciaio Siachen, nel Kashmir, in un’area contesa tra India e Pakistan. I quattro militari e i due civili stavano svolgendo un’attività di pattugliamento a circa 5.800 metri di altitudine: dopo la valanga sono stati soccorsi, ma sono in seguito morti per ipotermia. L’area che comprende il ghiacciaio Siachen è nota come “il campo di battaglia più alto del mondo”. L’India ne presse il controllo nel 1984 e nel 2003 India e Pakistan firmarono un cessate-il-fuoco ma i soldati di entrambi i paesi hanno comunque continuato a presidiare l’area. BBC ha scritto che dal 1984 a oggi in quell’area sono morte più persone per le estreme condizioni ambientali che per i combattimenti.

(AP Photo/Sebastian John)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.