• Italia
  • mercoledì 13 novembre 2019

La Cassazione ha confermato la condanna a sei anni per Roberto Spada, che nel 2017 diede una testata a un giornalista della Rai

La Cassazione ha confermato la condanna a sei anni di reclusione per Roberto Spada, l’uomo che nel novembre del 2017 diede una testata al giornalista della Rai Daniele Piervincenzi a Ostia, vicino a Roma. La Cassazione ha accolto le richieste del procuratore generale, respingendo l’appello di Spada e confermando l’aggravante del metodo mafioso.

Spada fa parte di una nota famiglia di Ostia che alcuni chiamano “clan” e i cui componenti sono stati più volte condannati per reati come estorsione e minacce con l’aggravante del metodo mafioso. Il video della testata a Piervincenzi e dell’aggressione, che coinvolse anche il cameraman, erano girati moltissimo online e in televisione, e avevano attirato molte attenzioni sugli Spada e su Ostia. Al momento Spada si trova in carcere a Tolmezzo, in provincia di Udine, dopo essere stato condannato all’ergastolo in un altro processo per due omicidi.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.