• Sport
  • giovedì 17 ottobre 2019

L’ex calciatore Paul Gascoigne è stato scagionato dall’accusa di molestie sessuali

L’ex calciatore britannico Paul Gascoigne è stato scagionato dalle accuse di aver costretto una donna a baciarlo mentre si trovavano su un treno diretto da York a Newcastle, nel 2018. Gascoigne, che ha 52 anni, ha raccontato in tribunale di averle dato un «bacetto sulle labbra» dopo aver sentito che un uomo la insultava perché lei era in sovrappeso. Il tribunale lo ha definito «ingenuo» per averla baciata, ma ha aggiunto che non si è trattato di un atto sessuale.

La giuria sta comunque considerando se incriminarlo per aggressione, un reato meno grave che si applica a chi «forza intenzionalmente e in modo illegale qualcuno che non acconsente». La pubblica accusa ha sostenuto che Gascoigne avrebbe mentito e che secondo alcune testimonianze era ubriaco a bordo del treno.

Nella sua carriera, Gascoigne ha giocato con diverse squadre fra cui la Lazio, il Tottenham e il Newcastle. Dopo aver smesso di giocare ha avuto diversi problemi personali, fra cui una lunga dipendenza dall’alcol.

Paul Gascoigne con la sua manager Katie Davies arriva in tribunale, 17 ottobre 2019 (Ian Forsyth/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.