• Mondo
  • domenica 6 Ottobre 2019

Il primo ministro di Mauritius ha sciolto il parlamento e indetto le elezioni per il 7 novembre

Il primo ministro di Mauritius, Pravind Kumar Jugnauth, ha sciolto il parlamento e ha indetto le elezioni per il 7 novembre. Nel paese, che si trova nell’oceano Indiano ed è tra le nazioni africane più stabili, si vota ogni cinque anni, l’ultima era stato nel 2014.

Jugnauth, che ha 57 anni, è anche ministro delle Finanze e si candiderà nuovamente con il Mouvement Socialiste Militant, il Movimento socialista militante; è primo ministro dal 2017, quando prese il posto di suo padre, Anerood Jugnauth, allora alla guida del partito.

 

Pravind Jugnauth (Leon Neal/Getty Images)