La Borsa di Hong Kong ha fatto un’offerta per il London Stock Exchange Group, che controlla anche la Borsa di Milano

La Borsa di Hong Kong ha offerto 36 miliardi di euro per acquistare il London Stock Exchange Group, la società che controlla la borsa di Londra e quella di Milano. L’offerta è arrivata piuttosto a sorpresa e dovrà essere resa vincolante entro il prossimo 9 ottobre. Finora il London Stock Exchange Group ha emesso soltanto un comunicato laconico in cui afferma che «studierà questa proposta e la commenterà a tempo debito». Se l’offerta venisse accettata, la borsa di Milano e quella di Londra sarebbero entrambe controllate dalla società cinese.

Il gruppo britannico London Stock Exchange Group è una delle più grandi e antiche società tra quelle che si occupano di gestire piazze di scambio e di fornire informazioni finanziarie (soprattutto tramite la sua controllata FTSE, che produce tra gli altri anche gli indici della borsa italiana). Nel 2007 il gruppo acquistò la società Borsa italiana, che gestisce la borsa di Milano, la cosiddetta “Piazza Affari” dal nome della piazza dove sorge la sua sede principale. La Borsa di Hong Kong, controllata dalla Hong Kong Exchanges and Clearing, è la seconda borsa più importante della Cina per valore delle società che vi sono quotate, inferiore per dimensioni soltanto a quella di Shanghai.

La borsa di Milano (GIUSEPPE CACACE/AFP/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.