È morto Lee Iacocca, storico manager di Ford e Chrysler

Martedì mattina è morto a 94 anni Lido Anthony Iacocca, meglio conosciuto come Lee Iacocca, manager statunitense che tra gli anni Settanta e Ottanta divenne noto per essere stato prima presidente di Ford e poi amministratore delegato di Chrysler. Iacocca, che era nato a Allentown, in Pennsylvania, da due immigrati italiani, aveva iniziato a lavorare in Ford nel 1946 come ingegnere, ma dopo poco tempo passò al settore marketing. Grazie alle sue abilità di venditore fece rapidamente carriera e partecipò alla progettazione di diverse auto di successo, tra cui la Ford Mustang, la Continental Mark III e la Ford Escort.

Nel 1970 divenne presidente della società, carica che mantenne fino al 1978, anno in cui venne licenziato per contrasti con il CEO Henry Ford II. Entrò successivamente in Chrysler, che riuscì a risollevare dalla crisi in cui versava riducendo il numero di operai e vendendo la divisione europea a Peugeot. Qui introdusse alcuni modelli di auto piccole, compatte e economiche, i cui progetti in precedenza erano stati rifiutati dalla Ford e che si rivelarono un grande successo. Negli anni Ottanta Iacocca fu anche protagonista di alcune pubblicità televisive per Chrysler, divenute note soprattutto per lo slogan If you can find a better car, buy it (“Se riuscite a trovare un’auto migliore, compratela”).

(AP Photo/Richard Sheinwald)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.