• Italia
  • martedì 21 maggio 2019

La ragazza che si trovava ai domiciliari per aver ucciso il padre a Monterotondo è stata rilasciata

La procura di Tivoli ha firmato il decreto di remissione in libertà di Deborah Sciacquatori, la ragazza 19enne di Monterotondo, in provincia di Roma, che aveva ucciso il padre dopo una lite e che per questo si trovava agli arresti domiciliari. La procura ha derubricato l’accusa nei suoi confronti da omicidio volontario a eccesso colposo di legittima difesa. Il procuratore Francesco Menditto ha anche detto che «non è escluso che, nelle prossime 2 settimane, si possa chiedere al gip l’archiviazione perché la ragazza, allo stato degli atti a nostra conoscenza, ha agito per difendersi».

(ANSA)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.