• Mondo
  • domenica 19 maggio 2019

La Svizzera ha votato a favore di una revisione restrittiva della legge federale sulle armi

Nelle votazioni federali di domenica gli elettori svizzeri si sono espressi a favore dell’adeguamento del diritto federale alle norme europee sul controllo delle armi, le quali prevedono autorizzazioni più restrittive per la vendita di semiautomatiche e maggior facilità nelle verifiche di licenze e provenienza da parte della polizia. Hanno votato a favore dell’adeguamento ventidue cantoni su ventitré: l’unico contrario è stato il Ticino, dove il “no” ha ottenuto il 54,5 per cento dei voti. Su base nazionale i voti favorevoli sono stati 1.541.054 mentre quelli contrari 780.409. Il voto a maggioranza favorevole ha preservato lo statuto svizzero di partecipante agli accordi di Schengen e Dublino, altrimenti considerato a rischio.

(Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.