• Sport
  • venerdì 4 gennaio 2019

C’è un nuovo indagato per la morte del tifoso interista Daniele Belardinelli

Un ragazzo napoletano di venticinque anni è indagato per la morte del tifoso interista Daniele Belardinelli, avvenuta durante gli scontri tra tifosi a circa due chilometri dallo stadio Giuseppe Meazza di Milano prima della partita Inter-Napoli. Il ragazzo, un tifoso del Napoli, sarebbe stato identificato alla guida di una Volvo modello V40 — con a bordo altre tre persone — che avrebbe investito Belardinelli in via Novara. Il mezzo è stato sequestrato ieri a Napoli e ora è sottoposto ai rilevamenti della polizia scientifica. Nei giorni scorsi Marco Piovella, il capo ultrà dell’Inter arrestato per i disordini, aveva detto in un interrogatorio che Belardinelli era stato investito da due diversi mezzi, e non solo uno come si ipotizzava dall’inizio, e che era stato trasportato ancora cosciente all’Ospedale San Carlo di Milano, dove è deceduto per i traumi riportati.

I rilevamenti della polizia nel luogo degli scontri (LaPresse/Mourad Balti Touati)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.