• Italia
  • mercoledì 12 dicembre 2018

È tornato in libertà il minorenne sospettato di aver usato spray al peperoncino nella discoteca di Corinaldo, in provincia di Ancona

È tornato in libertà il minorenne che era stato fermato nell’ambito delle prime indagini sulla strage nella discoteca di Corinaldo nella notte tra il 7 e l’8 dicembre. Il ragazzo era stato fermato perché sospettato di aver usato lo spray urticante che si pensa abbia generato il panico che ha causato la morte di sei persone nella discoteca. Il minorenne è stato rimesso in libertà dal giudice, che ha ritenuto non ci fossero i presupposti per la custodia cautelare: resta comunque indagato per omicidio preterintenzionale, lesioni dolose e lesioni colpose.

Corinaldo, Ancona (ANSA/PASQUALE BOVE)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.