L'interno della nuova Ford Focus (Ford)
  • Articolo Sponsorizzato

Human-centric design

L'evoluzione del linguaggio stilistico di Ford che unisce un design espressivo ed emozionale con applicazioni funzionali

L'interno della nuova Ford Focus (Ford)

Progettare una nuova automobile è una cosa complicata: si possono fare innovazioni sulle prestazioni del motore e sul suo consumo di carburante, sui dispositivi di sicurezza e sugli strumenti per rendere la guida più automatizzata, ma se non si tengono tutte insieme con una progettazione che metta al primo posto la comodità di chi guida perdono un po’ il loro valore. Per questo la nuova Focusla nuova Ford Focus è stata progettata con una filosofia human-centric, cioè armonizzando tra loro tutti gli aspetti dell’auto per renderla confortevole e adatta a soddisfare ogni possibile necessità dei propri passeggeri.

Stile e riconoscibilità
La nuova Focus ha una forma più scultorea e atletica dei modelli del passato ed è anche stata resa più aerodinamica. Sul frontale, completamente ridisegnato per essere semplice e armonioso, la griglia anteriore, più grande, è stata messa più in basso rispetto ai fari, che a loro volta sono stati posizionati più esternamente possibile per illuminare la strada con un’estensione maggiore. Sul retro invece i gruppi ottici sono stati divisi in due parti per migliorare l’apertura del bagagliaio.

Le caratteristiche del design degli esterni si coniugano in base all’allestimento prescelto. Focus Vignale, ad esempio, ha finiture in alluminio satinato per le barre sul tetto e griglia frontale con design esclusivo; Focus ST-Line, che ha uno stile più aggressivo, ha prese d’aria più ampie, progettate per migliorare le prestazioni e rivelare i componenti del motore all’interno.

Uno dei fari della nuova Ford Focus ST-Line (Ford)

Spazio e versatilità
Rispetto alle prime Focus, quelle che tutti conosciamo, i nuovi modelli sono più grandi, in proporzione. Il design minimal e alleggerito crea, salendo a bordo, un’atmosfera più rilassante. Per i passeggeri posteriori ad esempio la lunghezza del sedile è stata aumentata di più di 5 centimetri rispetto al precedente modello, e lo spazio per le spalle di quasi 6 centimetri. Per il guidatore e il passeggero anteriore è stato creato spazio con la riduzione della consolle di comando, resa possibile spostando interruttori e comandi sul pannello touchscreen.

Il freno di stazionamento elettrico e il Rotatory Gear Shift Dial su una nuova Ford Focus Titanium (Ford)

Gli interni dell’auto in generale sono molto più accoglienti, sia per lo spazio in più che per la scelta di linee semplici e pulite. L’abitacolo è stato disegnato per creare un’atmosfera rilassante: le linee delle porte anteriori, ad esempio, confluiscono verso il pannello strumenti per creare un effetto avvolgente e per la plancia e gli interni delle portiere sono stati scelti materiali morbidi al tocco.

Amko Leenarts, director design di Ford Europe, ha spiegato le scelte che sono state fatte sui materiali per gli interni così:

Quegli spazi stracolmi, in cui componenti e materiali diversi si incontrano accumulandosi l’uno sull’altro, sono superati. Per Focus i materiali sono stati scelti in modo specifico, affinché potessero integrarsi e completarsi l’un l’altro, sottolineandone al meglio le doti di qualità e artigianalità.

La nuova Focus è disponibile con più versioni in stili diversi – ST-Line, Vignale e Active ognuna con la propria personalità – e a seconda delle quali cambiano i materiali per gli interni. Focus Vignale ad esempio ha i sedili in pelle. La sportiva Focus ST-Line invece ha finiture con effetto fibra di carbonio e cuciture rosse a contrasto.

Gli interni della nuova Ford Focus ST-Line (Ford)

Utilità e comfort
Ci sono poi molte altre ragioni per cui la nuova Focus è molto piacevole da guidare, che si aggiungono al suo aspetto estetico e alla sua confortevolezza. Ad esempio, il pad per ricaricare lo smartphone senza fili e la telecamera che inquadra il retro dell’auto e aiuta nelle manovre di parcheggio. C’è poi anche il display Head-Up, il visore a sovraimpressione che permette di tenere gli occhi sulla strada e contemporaneamente leggere le informazioni utili sull’auto e sulla strada da percorrere: vengono proiettate sulla superficie interna del parabrezza.

(Ford)