• Mondo
  • domenica 23 settembre 2018

Nell’oceano Indiano c’è un velista indiano gravemente ferito, che non riesce a muoversi né a bere

Abhilash Tomy, un velista indiano di 39 anni, si trova da solo sulla propria imbarcazione a 3.200 chilometri dalle coste dell’Australia occidentale, ed è ferito al punto che non si può muovere. È però riuscito a chiedere aiuto e per questo diverse imbarcazioni di vari paesi stanno cercando di raggiungerlo. Tomy, che è il primo indiano ad aver fatto il giro del mondo in barca a vela nel 2013, si trova nell’oceano Indiano perché stava partecipando a una gara di vela intorno al mondo, la Golden Globe Race. Durante una tempesta l’albero maestro della sua barca, la Thuriya, si è rotto ferendo Tomy alla schiena: è bloccato all’interno della barca, non riesce a muoversi, neppure per bere.

L’imbarcazione più vicina al posto in cui si trova ora è un pattugliatore francese: dovrebbe raggiungerlo entro lunedì. Due aerei militari, uno australiano e uno indiano, hanno sorvolato la Thuriya per osservarne le condizioni, ma gli equipaggi non sono riusciti a entrare in contatto con Tomy, che è bloccato all’interno. Un altro velista che stava partecipando alla Golden Globe Race, l’irlandese Gregor McGuckin, sta cercando di raggiungere Tomy a sua volta, dopo aver riparato la sua barca, danneggiata anch’essa dalla tempesta; è a 150 chilometri di distanza. Anche una fregata australiana con un elicottero a bordo si sta dirigendo verso la Thuriya ma dovrebbero volerci almeno quattro giorni perché riesca a raggiungerla.

Il velista indiano Abhilash Tomy sulla Thuriya il giorno della partenza per la Golden Globe Race dal porto di Les Sables d'Olonne, il primo luglio 2018 (JEAN-FRANCOIS MONIER/AFP/Getty Images)