• Mondo
  • lunedì 3 settembre 2018

Il miliardario cinese Richard Liu è stato arrestato per molestie sessuali negli Stati Uniti

È il fondatore di JD.com, la grande azienda di e-commerce rivale di Alibaba

Il miliardario cinese Richard Liu, fondatore della società di e-commerce JD.com, è stato arrestato venerdì notte in Minnesota, negli Stati Uniti, con l’accusa di molestie sessuali; è stato poi rilasciato sabato pomeriggio. La polizia ha detto che è stata aperta un’indagine e non ha fornito altri dettagli. Liu, il cui nome cinese è Liu Qiangdong, ha 45 anni e ha un patrimonio personale di quasi 7 miliardi di euro. JD.com è la seconda azienda di e-commerce cinese dopo Alibaba, e vende di tutto, dai vestiti, agli elettrodomestici agli alimenti. Recentemente Google ha investito in JD.com 470 milioni di euro: le due aziende vogliono unire le forze per competere sul mercato asiatico contro i rivali Amazon e Alibaba. A inizio dell’anno Liu aveva detto al Financial Times di volersi espandere anche in Europa e far concorrenza ad Amazon a partire dal 2019.

Richard Qiangdong Liu a New York, nel 2014 (Andrew Burton/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.