• Mondo
  • lunedì 6 Agosto 2018

Undici bambini gravemente denutriti sono stati trovati in un piccolo accampamento in New Mexico

Undici bambini e ragazzini di età tra uno e quindici anni sono stati trovati in un piccolo accampamento senza acqua, senza elettricità e senza cibo nell’area di Amalia, una zona remota e semideserta della contea di Taos del New Mexico, negli Stati Uniti. Dopo l’intervento della polizia, che li ha trovati in pessime condizioni igieniche, gravemente denutriti e vestiti di stracci, i bambini sono stati affidati ai servizi sociali. Ancora non è chiaro per quanto tempo abbiano vissuto nell’accampamento, né come ci siano arrivati.
La polizia stava facendo ricerche nella zona quando ha ricevuto un messaggio anonimo che diceva un messaggio anonimo che diceva: «Stiamo morendo di fame e abbiamo bisogno di acqua e cibo».

I bambini sono stati trovati insieme a tre donne (probabilmente le loro madri, anche loro molto denutrite), e due uomini armati con armi pesanti: Lucas Morten e Siraj Wahhaj, che sono stati arrestati. Le donne sono state fermate e poi rilasciate.
Nell’accampamento non c’erano generi di prima necessità, ma una grande quantità di armi pesanti.
Siraj Wahhaj era ricercato per il rapimento di suo figlio di tre anni Abdul Ghani Wahhaj nello stato della Georgia: per questo la polizia indagava nella zona dove è avvenuto il ritrovamento degli undici bambini. Abdul Ghani Wahhaj però non è tra i bambini trovati nell’accampamento.

(Taos County Sheriff's Office via AP)