• Italia
  • lunedì 11 giugno 2018

Lucasz Herba è stato condannato a 16 anni e 9 mesi per il rapimento della modella britannica Chloe Ayling a Milano

Lucasz Herba, cittadino polacco di 31 anni, è stato condannato a 16 anni e 9 mesi di carcere per il rapimento della modella britannica Chloe Ayling. Herba tenne sequestrata Ayling tra l’11 e il 17 luglio del 2017 prima di accompagnarla al consolato britannico di Milano e consegnarsi alla polizia. Del caso si parlò a lungo per via delle improbabili storie raccontate da Herba e dalla stessa Ayling sul rapimento, al punto che secondo alcuni fu inscenato da entrambi.

Herba sostenne di essere l’emissario di un gruppo criminale che gli aveva ordinato di rapire Ayling per poi metterla in vendita sul “deep web”. Secondo l’accusa, Herba attirò Ayling con una falsa offerta di lavoro, la drogò e la trasportò all’interno di un borsone in una baita di montagna dove la tenne sequestrata diversi giorni prima di decidere di liberarla. Nel corso degli interrogatori, Herba ha sostenuto anche di aver già compiuto rapimenti in precedenza e di aver lavorato per diversi servizi segreti internazionali.

Secondo i magistrati però sono invenzioni, ed Herba sarebbe afflitto da disturbi narcisistici della personalità. Suo fratello Michal Konrad Herba, 37 anni, è accusato di complicità nel rapimento ed è al momento in arresto nel Regno Unito, dove attende l’estradizione.

(Ufficio stampa Polizia di Stato)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.